Il COVID-19 sta cambiando le nostre vite e il nostro modo di stare insieme.
Per questa ragione l'edizione di NARNIMMAGINARIA che avevamo programmato per giugno è stata sospesa e necessariamente rinviata.
Quando le condizioni lo consentiranno, vi comunicheremo le nuove date dell’edizione 2020.

NARNIMMAGINARIA2020 WOMAN

 NARNI è pronta a ospitare la sesta edizione del un festival di fotografia: NARNIMMAGINARIA con importanti mostre tra le suggestive mura romaniche del Complesso Monumentale di San Domenico.

La fotografia è un universo che indaga il labirinto della nostra società, alla ricerca di storie e di protagonisti. Le immagini fotografiche, il loro accostamento, le storie che raccontano, restituiscono all'osservatore un forte potenziale espressivo che si relazione con il proprio contemporaneo. 

NARNIMMAGINARIA come sempre intende raccontarle ATTRAVERSANDO PAESAGGI UMANI

Il tema di NARNIMMAGINARIA 2020 è WOMAN 

“Un giorno esisterà la fanciulla e la donna,

il cui nome non significherà più soltanto un contrapposto al maschile,

ma qualcosa per sé,

qualcosa per cui non si penserà a completamento e confine,

ma solo a vita reale: l’umanità femminile.”

(Rainer Maria Rilke)

Abbiamo provato a chiederci cosa contraddistingua lo sguardo femminile. Cosa ci faccia capire, istantaneamente, che la storia che stiamo ascoltando, che sia in forma di musica, fotografia o film, è raccontata da una donna.

Perché una differenza c'è. E non è affatto un'affermazione che, in periodo storico di grandi cambiamenti, deve suonare provocatoria.

Vuole essere la sana dimostrazione, tangibile e concreta, di un modo “altro” di farci entrare in un racconto.

Il percorso che un narratore fa per accompagnarti dentro una storia solitamente parte dall’esterno, da ciò che è fuori, ed è solo in un secondo momento che, se tutto funziona, ti prende per mano e ti porta dentro, all'intimità delle cose, sperando di accorciare il più possibile la distanza che esiste con chi lo sta ascoltando.

Ci siamo resi conto che, con le storie raccontate dalle donne, il percorso è esattamente l'inverso.

Loro sono già dentro. Sono già vicine. La distanza parte già prossima allo zero.

E solo in un secondo momento sarai in grado di comprendere ciò che è fuori, il quadro d'insieme.

Di guardare da lontano ciò che già hai conosciuto da vicino.

È questa meravigliosa differenza che abbiamo voluto celebrare in questa edizione di NARNIMMAGINARIA 2020.